Enter your keyword

TFA SOSTEGNO V CICLO. ACCESSO SENZA PRESELEZIONE PER I  DOCENTI CON 3 ANNI DI SERVIZIO SPECIFICO.

TFA SOSTEGNO V CICLO. ACCESSO SENZA PRESELEZIONE PER I DOCENTI CON 3 ANNI DI SERVIZIO SPECIFICO.

Ai fini dell’accesso ai percorsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno previsti dal regolamento di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010, n. 249, in riconoscimento dell’esperienza specifica maturata, a decorrere dal V ciclo i soggetti che nei dieci anni scolastici precedenti hanno svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura, accedono direttamente alle prove scritte”.

Questa è la novità più importante apportata in materia di TFA Sostegno V ciclo.

Servizio nei dieci anni precedenti

Non è specificato, ma i dieci anni precedenti potrebbero essere compresi tra l’anno scolastico 2009/10 e il 2019/20.

Specifico posto di sostegno

Se si richiede di accedere alla selezione per la scuola secondaria di II grado, i tre anni di servizio su sostegno – anche da mad – dovranno essere stati svolti nella scuola secondaria di II grado.

Non è ancora del tutto chiaro se questa modifica si estenda anche alle scuole dell’infanzia e primaria o solo secondaria

Cosa si intende per annualità di servizio

Servizio prestato per almeno 180 giorni nell’anno scolastico o, ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124 un servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale ”

Non ha dunque importanza che la supplenza sia stata al 31 agosto, 30 giugno o temporanea. L’importante è aver raggiunto, per l’anno scolastico considerato, i 180 giorni di servizio o un servizio continuativo almeno dal 1° febbraio fino al termine degli scrutini.

Quale punteggio per una prova non svolta?

La graduatoria finale per l’accesso ai posti banditi nella singola Università è determinata da

punteggio prova preselettiva

punteggio prova scritta (da superare con almeno 21/30)

punteggio prova orale (da superare con almeno 21/30)

Quale punteggio sarà attribuito ai docenti che potranno usufruire dell’agevolazione di non svolgere la preselettiva?

 Al momento non  l’unica normativa esistente riguarda i candidati con disabilità uguale o superiore all’80%, i quali sono ammessi in soprannumero a partecipare alle successive prove scritte di cui all’articolo 6, comma 2, lettera b), del DM 30 settembre 2011.

Ai soggetti con disabilità, onde evitare disparità di trattamento, si attribuisce il massimo punteggio. A tal punto non si sa ancor se tale disposizione sarà estesa anche a chi ha tre anni di servizio specifico e viene pertanto esonerato dalla prova preselettiva.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?