Enter your keyword

RICORSO GDL II FASCIA: LAUREA + 24 CFU

RICORSO LAUREA + 24 CFU INSERIMENTO IN II FASCIA G.I.

Le pagine  della giurisprudenza del lavoro degli ultimi mesi hanno regalato pronunce favorevoli ai docenti in possesso di laurea + 24 CFU, decretando il loro ingresso nella seconda fascia delle graduatorie d’istituto.

Di questo parere, ad esempio, è stato il Tribunale di Roma, di Siena, di Cassino.

Accanto a queste vittorie non sono mancate sconfitte.  Non è la prima volta nella storia che su una stessa fattispecie l’orientamento è mutevole a seconda dell’Organo che giudica in quel caso.

Sulla scorta di tali argomentazioni, lo studio legale Vitiello ha avviato ricorsi al Giudice del Lavoro territorialmente competente onde ottenere l’inserimento in II° fascia dei docenti laureati o diplomati in possesso dei 24 CFU.

A CHI SI RIVOLGE IL RICORSO?

  • Ai docenti precari delle graduatorie di istituto, con servizio o senza, in possesso di laurea (in qualunque momento conseguita) idonea per l’inserimento nelle graduatorie di istituto+24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche;
  • Ai diplomati A.F.A.M. (Conservatorio/Belle Arti/Accademia della Danza), con servizio o senza, in possesso dei 24 C.F.U. nelle discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.

possono partecipare all’azione legale, inoltre:

  • I DOCENTI SENZA SERVIZIO;
  • QUANTI NON RISULTINO INSERITI IN ALCUNA GRADUATORIA;
  • COLORO CHE SIANO INCORSI IN PRONUNCE GIUDIZIARIE NEGATIVE EMESSE DALLA SEDE AMMINISTRATIVA (T.A.R. O CONSIGLIO DI STATO);

obiettivi del ricorso?

  • FAR DICHIARARE CHE IL POSSESSO DELLA LAUREA O DIPLOMA, UNITAMENTE AL CONSEGUIMENTO DEI 24 C.F.U., E’ EQUIVALENTE  ALL’ABILITAZIONE, CON CONSEGUENTE INSERIMENTO NELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO DI  SECONDA FASCIA

TIPOLOGIA DI RICORSO

  • Il ricorso puo’ essere collettivo o individuale.
  • Il ricorso potrà essere collettivo soltanto laddove si raggiunga un numero minimo di ricorrenti pari a 10. (solo per docenti che non abbiano mai avuto contratti di lavoro con istituzioni scolastiche)

CHI PUO’ ADERIRE AL RICORSO COLLETTIVO

  • Laureati con 24 CFU che non risultano iscritti nelle G.I. di III fascia
  • AFAM con 24 CFU che non risultano iscritti nelle G.I. di III fascia
  • Laureati con 24 CFU che risultano iscritti nelle G.I. di III fascia
  • AFAM con 24 CFU che risultano iscritti nelle G.I. di III fascia

quali sono le possibilita’?

Per deontologia professionale, lo Studio Legale Vitiello precisa che non si garantiscono né si vendono vittorie. Per tali fattispecie, come sopra detto, la giurisprudenza del lavoro vede pronunce favorevoli e pronunce sfavorevoli. Riteniamo che i fondamenti di fatto e di diritto ci siano, altrimenti non si avrebbero mai avuto sentenze positive, però è pur vero che ogni testa è un giudice a sé e quindi da un luogo all’altro potrebbe variare l’orientamento.

Riteniamo inoltre che in caso di vittoria ci  raggiungerebbe un grande successo per i ricorrenti in termini lavorativi giacché la seconda fascia delle G.I. è comunque una fascia più elitaria e tendenziale alla possibilità di ricevere più facilmenti incarichi essendo una fascia riservata ai soli abilitati.

ENTRO QUALE TERMINE SI PUÒ ADERIRE AL RICORSO?

  • Termine ultimo per aderire al ricorso collettivo:  entro il 20/11/2019 (data di ricezione del plico presso lo studio legale)

QUAL È IL COSTO DEL RICORSO?

Il costo del ricorso collettivo è di euro 250,00. (non vi sono ulteriori oneri)

Il costo del ricorso individuale euro 1.000,00  oltre spese di Contributo Unificato (se dovuto).

non è compreso nel costo del ricorso individuale:

  • Il contributo unificato pari ad euro 259,00

Esenzione dal pagamento del Contributo unificato

PER COLORO IL CUI REDDITO FAMILIARE LORDO, RIFERITO ALL’ANNO 2018, “FAMIGLIA ANAGRAFICA”, DOVESSE RAGGIUNGERE L’IMPORTO DI EURO 34.481,46, ALL’ONORARIO ANDRÀ AGGIUNTO IL VALORE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PARI AD EURO 259,00.

 Per riassumere.

  • Coloro che non raggiungeranno la soglia dei 34.481,46 euro lordi familiari (anno 2018) corrisponderanno, per il ricorso, la somma omnicomprensiva di euro 1000,00.

Diversamente, coloro che raggiungeranno la citata soglia corrisponderanno oltre gli onorari di euro 1000,00 anche euro 259,00 (acquisto contributo unificato, che il legale verserà al tribunale competente) per un totale di euro 1259,00.

Il pagamento come avviene?

La quota di adesione dovrà essere versata attraverso le seguenti coordinate:

Avv. Sabrina Vitiello  IBAN: IT57C0301503200000005834035

E’ possibile effettuare l’adesione  anche in sede presso lo studio legale sito in Scafati (SA) alla Via Brunelleschi, n. 23.

N.B: Nella causale del pagamento dovrà essere inserito in base alla tipologia di ricorso la segente causale:

  • Codice fiscale, Nome e Cognome del ricorrente, seguito dalla dicitura “Ricorso Laureati + 24 CFU collettivo/individuale”
  • Codice fiscale, Nome e Cognome del ricorrente, seguito dalla dicitura “Ricorso Afam + 24 CFU collettivo/individuale”

ITER PER POTER ADERIRE AL SUDDETTO RICORSO

MODALITA’ ADESIONE AL RICORSO

OCCORRE FORMARE UN PLICO CARTACEO (FOGLI RIGOROSAMENTE NON SPILLATI) CONTENENTE LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE:

scaricare la documentazione (il file pdf scaricato è compilabile tramite adobe acrobat reader). Quest’ultima va compilata e firmata in ogni sua parte. All’interno di essa saranno presenti  procura alle liti e scheda identificativa con relativo trattamento dei dati personali – privacy. Inoltre tale 

Il tutto dovrà essere rigorosamente non spillato

 DOCUMENTAZIONE (SI RACCOMANDA DI NON SPILLARE LA DOCUMENTAZIONE!)

1) Procura alle liti, debitamente compilata in ogni sua parte, datata e firmata;

2) Certificazione attestante il conseguimento dei 24 cfu;

3) Copia titolo di studio o in autocertificazione;

4) Copia del documento di identità e del codice fiscale (tessera sanitaria);

5) Ultimo contratto di docenza (se in possesso), esclusivamente alle dipendenze dell’Istituzione scolastica Statale (in assenza di servizio statale, sarà sufficiente allegare la copia del modello B (scaricabile da istanze online sezione ARCHIVIO). Se il ricorrente non risulta inserito in alcuna graduatoria, saranno sufficienti, per il ricorso, gli allegati da 1,2,3,4 e 6 presenti all’interno della documentazione da scaricare;

6) Copia del bonifico di euro 1000,00 o 1259,00 (nel caso di C.U. se dovuto) alle coordinate sotto indicate sopra (o) Copia del bonifico di euro 250,00

Tale documentazione andrà spedita, in plico sigillato, presso lo Studio Legale Avv. Sabrina Vitiello in Scafati (SA)  alla via Brunelleschi n. 23 – CAP 84018, inserendo inoltre la dicitura “RICORSO II fascia GdL – Nome, Cognome ”

 

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio busta tramite mail pec. Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che nelle modalità indicate anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

scarica la documentazione sottostante

Tale documentazione andrà scansionata ed anticipata tramite mail alla seguente casella di posta elettronica: ricorsi@centrostudiulisse.it inserendo nell’oggetto della mail la seguente dicitura: Ricorso Inserimento II fascia delle G.I. – 2019 – Nome e Cognome e poi spedita con Raccomandata A/R in plico sigillato presso lo studio legale Avv. Sabrina Vitiello sito in Scafati (SA)  alla via Brunelleschi n. 23 – CAP 84018, inserendo inoltre la dicitura sulla busta “RICORSO G.D.L. II FASCIA”

——-   IMPORTANTE ——-

Dopo aver provveduto a compilare la documentazione richiesta, a formare il plico e a spedirlo all’indirizzo indicato sopra, sarà doveroso compilare obbligatoriamente il seguente modulo dichiarando dati veritieri al fine di poter aderire al ricorso.  All’interno di tale modulo troverà la voce “Numero di raccomandata/Adesione presso lo studio legale” dove sarà necessario inserire il numero di raccomandata posto sulla ricevuta. Sarà possibile indicare sia il numero di spedizione del plico sia la società di spedizione (es. 123456789 – Poste italiane, UPS, GLS, SDA…..). In caso contrario se il plico dovesse essere consegnato di persona allo studio Legale, sarà doveroso scrivere all’interno dell’area “Numero di raccomandata/Adesione presso lo studio legale”: “ADESIONE PRESSO LO STUDIO LEGALE”.

Sarà possibile, per chi avesse provveduto alla spedizione tramite Poste italiane, controllare lo stato della spedizione attraverso il seguente link: https://www.poste.it/cerca/index.html#/

L’ufficio è disponibile tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:30 alle ore 19:30.

Per info è possibile compilare il form che trovi sotto o contattare uno dei seguenti numeri: 081 19970299 – 3392365416

Sarà possibile, per chi avesse provveduto alla spedizione tramite Poste italiane, controllare lo stato della spedizione attraverso il seguente link: https://www.poste.it/cerca/index.html#/

L’ufficio è disponibile tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:00 e dalle ore 15:30 alle ore 19:30.

Per info è possibile compilare il form che trovi sotto o contattare uno dei seguenti numeri: 081 19970299 – 3392365416

Potrà inoltre contattarci su Whatsapp cliccando sulla seguente icona   

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Numero di telefono cellulare (richiesto)

La tua email (richiesto)

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 ed accetto la memorizzazione e la gestione dei miei dati da parte di questo sito web

WhatsApp chat