Enter your keyword

24 CFU REQUISITO FONDAMENTALE – CONCORSO DOCENTI 2018

24 CFU REQUISITO FONDAMENTALE – CONCORSO DOCENTI 2018

Per chi segue da un po’ di mesi la “saga” dei concorsi docenti, sa sicuramente che l’argomento più dibattuto è stato il conseguimento dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche.

Il Miur ha fatto sapere che i famosi 24 CFU rappresentano un requisito fondamentale per tutti gli aspiranti docenti che intendono partecipare al FIT.

Le modalità di conseguimento di questi crediti sono varie. Certo è che il corretto conseguimento dei 24 crediti e il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal DM 616/2017 deve essere certificato da una istituzione universitaria o AFAM .

Il decreto specifica che dei 24 crediti, 12 possono essere acquisiti in modalità telematica e 12 devono essere necessariamente conseguiti in presenza. Inoltre, per chi ancora non si è laureato, sarà possibile integrare i crediti formativi mancanti a titolo gratuito mentre, chi si è già laureato e deve integrare questi crediti, potrà farlo pagano massimo 500 euro presso tutte le università pubbliche e private che sono anche elencate sul sito del Miur. Da quanto è stato pubblicato su diversi siti di università italiane, il costo potrebbe essere ridotto in relazione al reddito e al numero di crediti da conseguire. È indispensabile conseguire almeno 6 CFU/CFA in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti dal DM 616/2017.

È possibile chiedere il riconoscimento di crediti già maturati durante il corso di studi (laurea triennale, specialistica, magistrale, master universitari o AFAM di 1 e 2 livello, dottorati di ricerca, scuole di specializzazione, corsi singoli), i quali potrebbero essere ritenuti validi dalle istituzioni universitarie o AFAM che rilasciano la certificazione.

Gli aspiranti docenti devono tener presente che i 24 CFU sono requisito d’accesso al concorso così come lo sono anche i titoli d’accesso alle classi di concorso previsti dai DM 259/2017, DPR 19/2016, DM 22/2005, DM 39/1998.

È, quindi, consigliabile fare anche una “ripassatina” a questi decreti per poter avere la situazione chiara e arrivare pronti e con tutti i requisiti richiesti al concorso più atteso degli ultimi anni.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat