Enter your keyword

SUPPLENZE: NIENTE PUNTEGGIO IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI

SUPPLENZE: NIENTE PUNTEGGIO IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI

Sono stati impiegati quasi due mesi di tempo per l’assegnazione di circa 200mila posti, in condizioni difficili aggravate dall’emergenza epidemiologica in atto.

I docenti hanno preso servizio e svolgono regolarmente le loro attività in classe ma le segreterie scolastiche sono alle prese con un ulteriore adempimento che determinerà

  • la convalida dei punteggi
  • l’eventuale rideterminazione dei punteggi
  • l’esclusione dalla graduatoria

Il Ministero ha predisposto un’apposita area Sidi, adempimento preliminare rispetto alla successiva operazione di convalida da parte dell’Ufficio Scolastico.

A tal fine è stata rilasciata, ad uso delle istituzioni scolastiche, la funzione SIDI di “Verifica e Convalida domanda” presente nel percorso “Reclutamento Personale Scuola – Graduatorie provinciali di supplenza”.

La funzione consente alle istituzioni scolastiche, dove viene stipulato il primo contratto di lavoro, di comunicare a sistema l’esito della verifica della posizione dell’aspirante; in questa fase l’istituzione scolastica dovrà:

– comunicare che la verifica ha avuto esito positivo;

– modificare, se necessario, i punteggi totali attribuiti nella fase di valutazione, nonché le preferenze e/o le riserve e comunicare i motivi delle modifiche;

– procedere eventualmente ad una proposta di esclusione dell’aspirante.

Sarà compito dell’Ambito territoriale validare al SIDI le proposte inserite dalle istituzioni scolastiche.

Quale punteggio se il docente viene escluso o subisce modifica di punteggi  e posizioni?

L’ufficio Scolastico di Torino ha chiarito che:

In conseguenza all’esclusione o alla modifica di punteggi e posizioni, l’eventuale servizio prestato dall’aspirante sulla base di dichiarazioni mendaci è, con apposito provvedimento emesso dal Dirigente Scolastico, dichiarato come prestato di fatto e non di diritto, con la conseguenza che per lo stesso non è attribuito alcun punteggio, né è utile ai fini del riconoscimento dell’anzianità di servizio e della progressione di carriera (art. 8, c. 10).”

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?