Enter your keyword

NOVITA’ DELLA RIFORMA PER I PRECARI CON 36 MESI DI SERVIZIO

NOVITA’ DELLA RIFORMA PER I PRECARI CON 36 MESI DI SERVIZIO

NOVITÀ DELLA RIFORMA PER I PRECARI CON 36 MESI DI SERVIZIO

NOVITA’ DELLA RIFORMA PER I PRECARI CON 36 MESI DI SERVIZIO – La VII Commissione Cultura, in ordine ai precari con 36 mesi di servizio, aveva così disposto:

“Prevedere che i docenti non abilitati che abbiano svolto almeno 3 anni di servizio entro il termine di presentazione delle domande siano ammessi a partecipare a speciali sessioni concorsuali loro riservate, da svolgersi contemporaneamente ai concorsi di cui al Capo II, per il numero di posti previsti di cui alla successiva lettera D). Per l’ammissione a tali concorsi non sarà necessario possedere il requisito di cui all’articolo 5, commi 1 e 2, lettera b). I vincitori di tali concorsi saranno ammessi, in ordine di graduatoria e nel limite del numero dei posti banditi, al percorso FIT con esonero dalle attività del secondo anno e dall’acquisizione dei crediti previsti per il secondo e terzo anno. La procedura concorsuale consisterà della prova scritta di cui all’art. 6, c. 2, e di una prova orale di natura didattico-metodologica”.

A voler chiarire, per i docenti precari non abilitati con almeno 3 anni di servizio, entro il termine di presentazione delle domande (al concorso), è previsto quanto segue:

  • partecipazione a speciali sessione concorsuali loro riservate;
  • svolgimento, nell’ambito del concorso, di una prova scritta, il cui obiettivo è di valutare il grado delle conoscenze del candidato su una specifica disciplina, scelta dall’interessato tra quelle afferenti alla classe di concorso. Nel caso delle classi di concorso concernenti le lingue e culture straniere, la prova deve essere prodotta nella lingua prescelta;
  • svolgimento, nell’ambito del concorso, di una prova orale di carattere didattico-metodologico;
  • accesso al primo anno del percorso FIT, per i vincitori di concorso, al fine di acquisire il dipolma di specializzazione;
  • esonero delle attività del secondo anno del percorso FIT e dall’acquisizione dei crediti previsti per il secondo e terzo anno;
  • svolgimento supplenze nel corso del terzo anno su posti vacanti nell’ambito territoriale di appartenenza.
  • Al termine del terzo anno del pecorso, previo superamento dell’esame finale, si accederà al ruolo. La scelta dell’ambito scolastico definitivo di assegnazione del docente al momento dell’accesso al ruolo è effettuata dagli interessati nell’ordine della graduatoria stilata in base al punteggio conseguito nell’esame finale.

Certificazione linguistica!

Eipass 7 moduli offerta!

Corso Lim 300 ore!

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat
Inline
Inline