Enter your keyword

FIT CONCORSO DOCENTI ABILITATI: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

FIT CONCORSO DOCENTI ABILITATI: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI SUl FIT – CONCORSO DOCENTI ABILITATI

Manca poco alla pubblicazione del bando per i docenti abilitati che permetterà loro di iscriversi nelle Graduatorie di merito regionali abilitati (GMRA).

E’ bene fare un riepilogo, quindi, di tutte le informazioni necessarie per arrivare pronti al concorso più atteso.

Possono partecipare al bando delle GMRA:

  • Tutti i docenti con abilitazione nella scuola secondaria, non ancora in possesso di un contratto a tempo indeterminato da parte dello Stato per la rispettiva classe di concorso;
  • Tutti i docenti di ruolo (compresi quelli di infanzia e primaria) che abbiano un’abilitazione in diversa classe di concorso o che vogliano partecipare da SOS a posto comune e viceversa;
  • Gli ITP in GAE o in II fascia GI, entro la data in cui è entrato in vigore il decreto legislativo del 31 maggio 2017;
  • Con riserva, ossia gli aspiranti la cui specializzazione SOS sia stata avviata entro il 31 maggio 2017, purchè il titolo sia conseguito entro il 30 giugno 2018.

Ancora non si hanno informazioni certe a riguardo della possibilità di partecipazione per docenti su stessa classe di concorso ma in diversa regione. L’uscita del bando a breve chiarirà anche questo dubbio.

Tutti i docenti che parteciperanno al concorso potranno farlo per UNA SOLA regione. Valle D’Aosta e Trentino Alto-Adige rappresentano un’ eccezione e solo con la pubblicazione del bando si chiarirà come le GMRA potranno essere applicate in queste regioni (ad esempio, in Valle d’Aosta è previsto che gli aspiranti siano in possesso di un “patentino” per insegnare indifferentemente francese o italiano).

La graduatoria sarà redatta in base a una tabella il cui 60% è dato dai titoli e il 40% dal punteggio, risultante da una prova orale “di natura didattico-metodologica” giudicata da una commissione. Tutti gli aspiranti che hanno fatto richiesta di partecipare e in possesso dei titoli potranno essere inseriti (anche uno 0 non impedisce il loro inserimento), in quanto la procedura NON E’ SELETTIVA. Le GMRA non hanno come conseguenza il depennamento da altre graduatorie o le dimissioni dal ruolo. Una volta costituita, non sarà possibile aggiornare né punteggio né regione (come finora era stato per le graduatorie d’istituto).

Le GMRA dovranno essere pronte in tempo per permettere l’immissione in ruolo nell’anno scolastico 2018/2019 e si attingerà da queste graduatorie finchè ogni singola GMRA non sarà esaurita.

Dalle GMRA si attingerà nel momento in cui le GM 2016 saranno esaurite o ci saranno pochi graduati nelle GM; quando GAE e GM saranno esaurite (ovviamente se sono esaurite solo le GAE ma non le GM, i posti vanno tutti a GM fino ad esaurimento delle stesse); quando c’è decadimento della GM perché ormai i 4 turni di nomina annuale previsti dalla norma sono esauriti. Bisogna, però, non dimenticare i vincitori di concorso del 2016, i quali hanno precedenza e, quindi, priorità di accesso a prescindere se la GM decada o meno.

Una volta convocati dalle GMRA, gli aspiranti sono ammessi ad un percorso di un solo anno con un contratto di supplenza annuale, ai sensi degli articoli 10, 11 e 13 del decreto legislativo 59/2017; sono contestualmente cancellati da GAE, da altre GMRA e dalle GI.

In base alla posizione in graduatoria di ciascuno, potrà essere scelta la scuola dove verrà svolto l’anno di formazione e prova, tra quelle che hanno disponibilità; non sono tenuti al conseguimento di CFU/CFA di cui agli articoli 10 e 11. Durante quest’anno di prova, verrà svolto un progetto di ricerca-azione sotto la guida di un tutor scolastico. Il percorso annuale sarà valutato da una commissione collegiale e in caso di esito positivo, il docente sarà inserito nell’ambito territoriale della scuola dove ha svolto il percorso ed entra in quel meccanismo di individuazione che porterà alla sottoscrizione di un contratto triennale con un’istituzione scolastica.

Nel caso in cui il docente non accetti la convocazione da GMRA, la conseguenza dovrebbe essere limitata al solo depennamento da quella graduatoria.

Non ci resta che attendere il bando!

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat
Inline
Inline