Enter your keyword

AGGIORNAMENTO GAE: NON RIGUARDA DOCENTI III FASCIA G.I.

AGGIORNAMENTO GAE: NON RIGUARDA DOCENTI III FASCIA G.I.

L’aggiornamento delle GAE, attualmente in corso, non riguarda i docenti  iscritti dal 2017 nella III fascia delle graduatorie di istituto.

Perché?

Le graduatorie ad esaurimento sono graduatorie che comprendono docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento e ivi inseriti prima che queste diventassero ” ad esaurimento” nel 2006 cioè chiuse a nuovi inserimenti.

Le graduatorie ad esaurimento sono strutturate in quattro fasce:

  • nella prima fascia erano inseriti i docenti che all’atto della costituzione delle graduatorie risultavano iscritti nelle graduatorie per soli titoli (cosiddetto doppio canale);
  • nella seconda fascia erano inseriti i docenti che all’atto della costituzione delle graduatorie, oltre al requisito dell’abilitazione, avevano maturato 360 giorni di insegnamento;

I e II fascia sono esaurite, cioè tutte i docenti sono stati assunti a tempo indeterminato. Oggi le graduatorie ad esaurimento sono costituite da III e IV fascia.

  • nella terza fascia sono iscritti coloro che nel corso degli anni hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento e si sono potuti inserire.
  • la quarta fascia è stata istituita nel 2012. Il Miur l’aveva chiamata “fascia aggiuntiva alla III”, per non evocare spettri di antichi ricorsi, poi per “per fini pratici”, IV fascia delle Graduatorie ad esaurimento.

Comprende i docenti che negli anni 2008/09, 2009/10 e 2010/11 hanno conseguito l’abilitazione dopo aver frequentato

  1. a) i corsi biennali abilitanti di secondo livello ad indirizzo didattico (COBASLID) ;
  2. b) il secondo e il terzo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione dei docenti di educazione musicale delle classi di concorso 31/A e 32/A e di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A;
  3. c) i corsi di laurea in scienze della formazione primaria

I TFA, nonostante i numerosi ricorsi, risultano per lo più esclusi dalle GAE.

A cosa servono le GAE?

Le graduatorie ad esaurimento sono utilizzate per l’assunzione in ruolo nel limite del 50% dei posti conferibili annualmente autorizzati.

Le graduatorie ad esaurimento sono altresì utilizzate per il conferimento delle supplenze al 31 agosto (su posti rimasti vacanti) e al 30 giugno.

In mancanza di aspiranti nelle Graduatorie ad esaurimento, i posti vengono attribuiti dai Dirigenti Scolastici dalle graduatorie di istituto, partendo dalla I fascia.

Come aggiornare le GAE?: guida alla compilazione

I docenti interessati possono inoltrare domanda di aggiornamento GAE sino al 16 maggio ore 14.00. Il personale docente ed educativo, inserito a pieno titolo o con riserva nella I, II, III o IV fascia delle graduatorie ad esaurimento, può chiedere:

  • la permanenza e/o l’aggiornamento del punteggio con cui è inserito in graduatoria;
  • il reinserimento in graduatoria con il recupero del punteggio maturato all’atto della cancellazione per non aver presentato domanda di aggiornamento nei bienni/trienni precedenti;
  • la conferma dell’iscrizione con riserva o lo scioglimento della stessa;
  • il trasferimento da una provincia ad un’altra con eventuale aggiornamento del punteggio

La mancata presentazione della domanda comporta la cancellazione dalla graduatoria per gli anni scolastici seguenti. A domanda dell’interessato, da presentarsi entro il successivo termine di aggiornamento, sarà consentito il reinserimento in graduatoria.

A chi inoltrare la domanda?

La domanda va inoltrata a destinatari diversi, a seconda dell’operazione richiesta (permanenza/aggiornamento, trasferimento…).

Nel dettaglio:

  • La domanda di permanenza, di aggiornamento, di conferma dell’inclusione con riserva e di scioglimento della riserva dovrà essere inoltrata all’Ufficio Scolastico Provinciale (USP) che ha gestito la relativa domanda per il triennio 2014-17, poi prorogato dalla legge n. 21/2016.
  • La domanda di reinserimento dovrà essere presentata all’USP dalle cui graduatorie ad esaurimento il candidato era stato cancellato, eccetto il caso in cui l’aspirante chieda contestualmente il trasferimento in altra provincia.
  • La domanda di trasferimento, anche della posizione con riserva (conferma o scioglimento) e in caso di reinserimento, va indirizzata all’USP della provincia prescelta.

Come presentare la domanda:

La domanda va presentata telematicamente tramite il portale Istanze Online.

Al fine suddetto, sono due le fasi da seguire (una per chi è già registrato):

  1. a) registrazione del personale interessato (solo per chi non lo ha mai fatto); tale operazione, che prevede anche una fase di riconoscimento fisico presso una scuola, può essere già effettuata, secondo le procedure indicate nell’apposita sezione dedicata, “Istanze on line – presentazione delle Istanze via web – registrazione”, presente sull’home page del sito internet di questo Ministero; Qui la nostra Guida
  2. b) inserimento della domanda. Tale operazione, come detto sopra, viene effettuata dal 26 aprile 2019 al 16 maggio 2019 (entro le ore 14,00) nella sezione dedicata, “Istanze on line – presentazione delle Istanze via web – inserimento”.

Scarica l’apposita guida MIUR per la compilazione della domanda cliccando qui

One Comment

  1. Avatar
    Silvia
    added on 24 Mag, 2019
    Rispondi

    Ottimi consigli, grazie!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat
Inline
Inline