Enter your keyword

GRADUATORIE PROVINCIALI E D’ISTITUTO: COME VALUTARE IL SERVIZIO?

GRADUATORIE PROVINCIALI E D’ISTITUTO: COME VALUTARE IL SERVIZIO?

Martedì 14 luglio è stata presentata  alle Organizzazioni Sindacali la procedura informatizzata da utilizzare per l’invio delle domande di inserimento e aggiornamento nelle graduatorie provinciali e d’istituto.

Ecco le informazioni che sono trapelate a seguito dell’incontro:

  • SERVIZI GIÀ DICHIARATI

L’amministrazione ha assicurato che saranno già presenti a sistema i servizi di tutti coloro che sono presenti nelle graduatorie valide per il triennio 2017\2020. Non è sicuro, invece, che siano presenti i servizi svolti mediante convocazione da MAD. In tal caso questi dovranno essere dichiarati nell’istanza.In ogni caso i servizi dovranno essere inseriti una sola volta, anche per coloro che sono inseriti in più graduatorie.

  • TITOLI VALUTABILI

Per quanto riguarda i titoli dovranno essere inseriti ex novo, dato che le tabelle di valutazione dei titoli sono state rinnovate, introducendo nuovi titoli e modificando la valutazione di alcuni titoli esistenti.

  • SERVIZI PRESTATI IN FORZA DI ORDINANZE CAUTELARI

In merito ai servizi che sono stati prestati in forza di ordinanze cautelari (come quelli effettuati con nomina da GAE o prima fascia dei diplomati magistrali o da II fascia per gli ITP) l’amministrazione non ha espresso alcuna limitazione, per cui è bene che i lavoratori in questione dichiarino tutto per poter beneficiare del punteggio pieno che hanno maturato.  Sul punto occorre ricordare che alcuni Uffici Scolastici avevano invece affermato che, in tali fattispecie, il servizio svolto sulla base delle graduatorie ad esaurimento e/o graduatorie d’istituto di I fascia, è da ritenersi privo di validità giuridica in quanto prestato senza il prescritto titolo di accesso alle graduatorie stesse.

  • SERVIZIO SPECIFICO E ASPECIFICO

L’Amministrazione in sede di confronto ha convenuto con le Organizzazioni Sindacali su un’interpretazione in forza della quale uno stesso titolo di servizio potrà essere valutato sia come specifico per una certa classe di concorso che come aspecifico per le altre, come attualmente avviene per la III fascia delle graduatorie d’istituto. Ad esempio, un docente con servizio nella classe A013 potrà farsi valutare quell’annualità con 12 punti sulla A013 (servizio specifico) e contestualmente con 6 punti sulla A012 (servizio aspecifico).In sostanza si applicherà la medesima regola già vigente per le graduatorie d’istituto di III fascia e questa si estenderà anche alle graduatorie degli abilitati, dove invece finora era possibile valutare un servizio solo ed esclusivamente per una sola classe di concorso, a scelta dell’aspirante.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?