Enter your keyword

Rinuncia alla supplenza dopo nomina effettuata: cosa accade a chi non prende servizio?

Rinuncia alla supplenza dopo nomina effettuata: cosa accade a chi non prende servizio?

Sono giorni critici per la scuola. Proprio in queste ore, infatti, si stanno concludendo le nomine per le convocazioni di supplenti da Gae e GPS.  Molti docenti ci chiedono, tuttavia, cosa accade nel caso della rinuncia per mancata presa di servizio.

Bisogna premettere che l’avere presentato domanda, tramite il sistema informatizzato, inserendo fino a 150 preferenze di scuole, comuni o distretti, equivale ad avere “accettato” a priori l’eventuale nomina nella scuola inserita come preferenza nel modello di domanda inviato su Istanze OnLine entro il 21 agosto 2021.

Il non prendere servizio nella scuola già accettata a priori, significa perdere la possibilità di ricevere altre supplenze sia sulla base delle GAE che delle GPS, nonché sulla base delle graduatorie di istituto, per il medesimo insegnamento.

Il non avere inserito qualche preferenza all’atto della domanda per la partecipazione dell’assegnazione degli incarichi di supplenza annuali o fino al termine delle attività didattiche, significa , ai sensi dell’art.14 dell’OM 60/2020, rinunciare alla possibilità di conseguire, per altre convocazioni, supplenze sulla base delle GAE e GPS per il medesimo insegnamento.

Rinunciare a prendere servizio dopo avere ricevuto la nomina, significa invece perdere la possibilità di ricevere altre supplenze sia sulla base delle GAE che delle GPS, nonché sulla base delle graduatorie di istituto, per il medesimo insegnamento.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?