Enter your keyword

Nuovo contratto  o proroga per supplenti fino al temine delle lezioni?

Nuovo contratto o proroga per supplenti fino al temine delle lezioni?

Il supplente con contratto fino al termine delle lezioni ha sempre diritto ad un contratto per la partecipazione agli scrutini ed eventualmente agli esami. Ma quando si parla di proroga e quando di un nuovo contratto?

CASO PROROGA

Stando a quanto disposto dall’art. 37 del C.C.N.L., spetta la proroga quando l’assenza del titolare di cattedra si sia prolungata per periodi non inferiori a 150 giorni, ridotti a 90 per le classi terminali e rientri in servizio dopo il 30 aprile. In tale situazione il contratto del supplente deve essere prorogato fino al termine delle operazioni di scrutinio o degli esami, qualora originariamente fosse stato previsto fino al termine delle lezioni. Tale disposizione si attua sia nel caso di rientro sia di non rientro del titolare.

CASO NUOVO CONTRATTO

Laddove il supplente non rientra nella fattispecie prevista dall’art. 37 C.C.N.L., perché, ad esempio l’assenza del titolare è inferiore ai 150 giorni, dovrà essere stipulato uno specifico contratto per i giorni strettamente necessari per gli scrutini e gli esami.

Se il docente è commissario interno agli esami, il contratto andrà dal giorno della seduta preliminare della commissione al giorno conclusivo della sessione di esami e per un numero di ore di insegnamento pari a quelle del contratto precedente.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?