Enter your keyword

POSTI QUOTA 100: 4500 DOCENTI IN RUOLO ENTRO I PRIMI DI GIUGNO.

POSTI QUOTA 100: 4500 DOCENTI IN RUOLO ENTRO I PRIMI DI GIUGNO.

Si stanno predisponendo in questi giorni  gli adempimenti per una  procedura straordinaria di assunzioni a tempo indeterminato sulla metà dei posti vacanti e disponibili resisi tali per effetto di pensionamenti avvenuti con la cosiddetta “quota cento”.

Si tratta del recupero dei posti non rientranti nel contingente delle assunzioni a tempo indeterminato aventi effetto dall’anno scolastico 2019-2020

Il contingente assegnato dovrà essere suddiviso al 50% tra GaE e 50% concorsi.

Il numero maggiore dei posti spetterà alla Puglia (674), seguita da Friuli Venezia Giulia (544), Lazio (544), Campania (540), Veneto (452), Lombardia (428), Sicilia 387.

Vediamo insieme alcune FAQ in merito.

Perché immissioni in ruolo nel corso dell’anno scolastico?

Perché si tratta di posti che non è stato possibile assegnare in estate, durante le operazioni di immissioni in ruolo per l’a.s. 2019/20.

Sono posti per i quali la certificazione al diritto al pensionamento Quota 100 è arrivato dopo la chiusura del conteggio dei posti per le operazioni dell’anno scolastico 2019/20. Per questo si parla di posti “recuperati”.

Qual è il riferimento normativo?

Risiede nel Decreto Legge 126/2019 convertito con modificazioni nella legge 20 dicembre 2019 n. 159

Quanti sono i posti a disposizione?

Si tratta di 4.500 posti.

Da quali graduatorie saranno individuati i docenti?

Le immissioni in ruolo si svolgeranno con gli stessi criteri delle operazioni di agosto. I posti a disposizione saranno suddivisi al 50% tra GaE e graduatorie dei concorsi (2016 e 2018).

Le  operazioni potranno interessare sia infanzia e primaria che la scuola secondaria.

Ci saranno posti non assegnati?

Il Ministero ha garantito di aver operato la suddivisione dei posti in base alle reali consistenze delle graduatorie, quindi non dovrebbero rimanere posti inutilizzati.

Le immissioni in ruolo riguarderanno anche il personale ATA?

No, queste assunzioni straordinarie riguardano esclusivamente il personale docente

Cosa accade agli altri 4.500 posti non attribuiti?

I posti confluiranno nelle operazioni relative all’anno scolastico 2019/20: mobilità e immissioni in ruolo.

Come viene assegnata la scuola di titolarità?

I docenti individuati sceglieranno la provincia e la sede di assegnazione con priorità rispetto alle ordinarie operazioni di mobilità e di immissione in ruolo da disporsi per l’anno scolastico 2020/2021.

Il Ministero ha infatti chiarito che gli Uffici Scolastici provvederanno alle immissioni in ruolo prima del 5 giugno, data di chiusura delle funzioni SIDI per l’anno 2020/21.

Quali posti si potranno scegliere?

L’assegnazione delle province e delle sedi avverrà sui posti occupati dai docenti andati in pensione con Quota 100, quindi i posti del 2019/20 se ancora presenti nell’organico 2020/21.

Se c’è stata contrazione di organico e il posto si è perso, sarà possibile assegnare un posto dell’organico 2020/21.

I docenti neoimmessi su posti Quota 100 non potranno partecipare alla mobilità 2020/21?

Il Ministero ha chiarito che i docenti individuati con questa procedura non saranno ammessi alla possibilità di presentare domanda di mobilità cartacea entro cinque giorni dall’assunzione, in quanto si tratta di una procedura straordinaria.

Scarica qui la bozza del contingente posti quota 100. I dati non sono definitivi

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?