Enter your keyword

ORDINANZA MOBILITA’ 2020: A PARTIRE DAL 28 MARZO

ORDINANZA MOBILITA’ 2020: A PARTIRE DAL 28 MARZO

Nella tarda serata di ieri è stata pubblicata l’ordinanza ministeriale n. 182 del 23 marzo 2020, con la quale prende avvio la mobilità per l’a.s. 2020/21.

Date di presentazione delle istanze e della pubblicazione degli esiti:

  • Personale docente

Presentazione domanda dal 28 marzo al 21 aprile 2020.

Pubblicazione esiti: 26 giugno

  • Personale educativo

Presentazione domanda dal 4 al 28 maggio 2020

pubblicazione esiti: 10 luglio

  • Personale ATA

Presentazione domanda fra l’1 e il 27 aprile 2020

Pubblicazione esiti: 2 luglio

  • Docenti di religione cattolica

Presentazione delle domande dal 13 aprile al 15 maggio 2020

Pubblicazione esiti 1 luglio 2020.

Passaggio di ruolo e trasferimento

In caso si intenda presentare sia domanda di trasferimento che di passaggio di ruolo, gli interessati devono presentare una domanda per il trasferimento e una per il passaggio di ruolo.

Il passaggio di ruolo può essere chiesto per un solo grado di istruzione (dell’infanzia, primaria, scuola secondaria di I grado, scuola secondaria di II grado) anche per più province.

Corso online TFA Sostegno. Cosa aspetti?

Corso finalizzato alla preparazione per le prove di accesso al Corso di Specializzazione Sostegno.

Requisiti per passaggio di ruolo

Per chiedere il passaggio di ruolo/cattedra è necessario:

  • aver superato il periodo di prova;
  • essere in possesso della specifica abilitazione per il passaggio al ruolo richiesto ovvero, per quanto riguarda i passaggi di cattedra, della specifica abilitazione alla classe di concorso richiesta.

Preferenze esprimibili

Le preferenze esprimibili sono quindici per ciascuna domanda presentata e debbono essere indicate nell’apposita sezione del modulo-domanda.

Le preferenze esprimibili sono:

  1. a) scuola;
  2. b) distretto;
  3. c) comune;
  4. d) provincia

I docenti soddisfatti tramite preferenza su scuola, saranno vincolati per tre anni nella medesima istituzione scolastica, per cui non potranno presentare domanda di trasferimento e passaggio di ruolo per i successivi tre anni scolastici.

Allo stesso modo, saranno soggetti al blocco triennale:

  • coloro i quali saranno soddisfatti nel comune di titolarità, nel caso ad esempio di trasferimento da sostegno a posto comune e viceversa;
  • saranno soddisfatti, sempre nel comune di titolarità, tramite preferenza di distretto sub comunale.

Il blocco triennale non opera per:

  • i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 13 del CCNI, nel caso in cui abbiano ottenuto la titolarità in una scuola fuori dal comune o distretto sub comunale dove si applica la precedenza
  • i docenti trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata, ancorché soddisfatti su una preferenza espressa.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?