Enter your keyword

Mad personale Ata: è possibile anche in estate per le esigenze della scuola

Mad personale Ata: è possibile anche in estate per le esigenze della scuola

La scuola in estate verrà trasformata in un centro estivo di accoglienza per bambini e ragazzi che volessero praticare sport o frequentare corsi di lingua, informatica, teatro, musica, arte, scienze, tecnologia e teatro. È l’idea che sta prendendo corpo nel governo Draghi. Ne hanno parlato giovedì 15 aprile i ministri Bianchi, Gelmini e Bonetti con i rappresentanti dei Comuni e delle Province, insieme alla neo sottosegretaria con delega allo sport, Valentina Vezzali.

Le scuole, insomma, potrebbero avere bisogno di personale Ata da impiegare nei mesi di giugno, luglio, agosto, per tenere aperte le porte degli istituti.

La Messa a Disposizione (MAD), candidatura spontanea presentata dall’aspirante supplente, docente o ATA, direttamente alla scuola, senza passare dalle graduatorie, sarebbe dunque uno strumento di reclutamento utile anche in emergenza sanitaria.

I fondi cui le scuole attingeranno per pagare questo personale aggiuntivo, non mancheranno.

Le attività estive verranno messe in piedi con i fondi del Decreto Sostegni (vale a dire il D.L. 22 marzo 2021, n. 41), che mette a disposizione delle scuole 150 milioni di euro per l’ampliamento dell’offerta formativa, in termini di:

  • offerta formativa extracurricolare
  • recupero delle competenze di base
  • consolidamento delle discipline
  • promozione di attività per il recupero della socialità

anche nel periodo tra la fine delle lezioni dell’a.s. 2020/2021 e l’inizio di quelle dell’a.s. 2021/2022.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?