Enter your keyword

LA LAUREA NELLE DOMENDE ATA: DOVE INSERIRLA E QUANTO VALE?

LA LAUREA NELLE DOMENDE ATA: DOVE INSERIRLA E QUANTO VALE?

La laurea, pur non essendo titolo di accesso, può essere inserita come titolo culturale. Si valuta un solo titolo per due punti totali, indipendentemente dal voto ottenuto: se, ad esempio, inserisco la laurea triennale, non potrò inserire la magistrale.

Come spiegato da una nota del Dm 50/2021, sono valutabili: lauree quadriennali, lauree di 1° livello (triennali), lauree di 2° livello (specialistiche e magistrali).

Sono, altresì, valutabili i diplomi di 1° e 2° livello conseguiti presso i Conservatori di musica e le Accademie di belle arti, purché congiunti a diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado.
Analogamente è valutabile il diploma ISEF in quanto equiparato alla laurea di 1° livello in Scienze delle attività motorie e sportive.

Sono valutabili anche i titoli equipollenti conseguiti all’estero. Nel caso in cui tali titoli non siano espressi né in voti né in giudizi, si considerano come conseguiti con la sufficienza. I titoli di studio conseguiti all’estero sono valutabili solo se siano stati dichiarati equipollenti entro il termine di scadenza di presentazione della domanda o se entro il predetto termine sia stata presentata istanza di riconoscimento.

Per quali profili?

La laurea può essere valutata per il profilo dell’assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere. Non viene invece conteggiata per i profili del collaboratore scolastico, guardarobiere e addetto alle aziende agrarie.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?