Enter your keyword

GRADUATORIE DOCENTI: BISOGNERA’ SCEGLIERE LE 20 SCUOLE?

GRADUATORIE DOCENTI: BISOGNERA’ SCEGLIERE LE 20 SCUOLE?

In tanti si chiedono se anche quest’anno bisognerà scegliere le 20 scuole ai fini dell’inserimento e dell’aggiornamento.

Diciamo subito che quest’anno accanto alle vecchie graduatorie d’istituto ci saranno nuove graduatorie, denominate graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).

Le Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) saranno distinte in prima e seconda fascia.

Possono iscriversi

  1. a) in prima fascia i docenti in possesso di abilitazione
  2. b) in seconda fascia gli aspiranti in possesso del titolo di studio (laurea o diploma) + 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche oppure precedentemente inserimento nella III fascia delle graduatorie di istituto 2017/20 oppure abilitazione per altra classe di concorso o grado.

Le GPS saranno utilizzate per l’attribuzione di supplenze al 31 agosto o 30 giugno dopo aver scorso, nella provincia considerata, le GaE.

Le graduatorie di istituto saranno suddivise in tre fasce

  • la prima fascia corrisponde all’attuale prima fascia di istituto (docenti abilitati inseriti in GaE)
  • la seconda fascia è costituita dagli aspiranti presenti in GPS di prima fascia che scelgono, nella stessa provincia, fino a venti istituzioni scolastiche (abilitati non inseriti in GaE)
  • la terza fascia è costituita dagli aspiranti presenti in GPS di seconda fascia che scelgono, nella stessa provincia, fino a venti scuole (non abilitati)

I punteggi e le posizioni spettanti nelle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia saranno invece determinati sulla base dei dati presentati per l’iscrizione nelle GPS.

Come ci si inserisce nelle graduatorie di istituto?

Il docente presenta domanda per l’inserimento nelle graduatorie di istituto contestualmente alla domanda di inclusione nelle GPS, quindi con modalità telematica.

Si indicano fino a venti scuole nella medesima provincia scelta per le GPS, per ciascun posto comune, classe di concorso o posto di sostegno per cui si partecipa.

Ricordiamo che al momento esiste solo una bozza ma non è stato ancora pubblicato il testo definitivo per cui potrebbero verificarsi ulteriori variazioni.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat