Enter your keyword

Concorso Scuola 2018: si parte con gli abilitati

Concorso Scuola 2018: si parte con gli abilitati

Concorso Scuola 2018: si parte con gli abilitati

Concorso Scuola 2018: si parte con gli abilitati – Il primo concorso scuola ad uscire sarà quello riservato ai docenti abilitati: lo ha confermato il sottosegretario al MIUR Vito De Filippo.

Il concorso scuola della fase transitoria, riservato ai docenti abilitati, sarà bandito prima di quello tradizionale aperto a tutti i laureati in possesso dei 24 CFU; come confermato dal sottosegretario al MIUR – Vito De Filippo – la selezione partirà già all’inizio del 2018.

Durante il confronto “Cultura e Territorio – Nuove prospettive per l’Istruzione e per l’Occupazione” che si è tenuto a Maratea il 4 settembre, il sottosegretario al MIUR Vito De Filippo ha confermato che in viale Trastevere si sta lavorando per far sì che vengano rispettate le scadenze della fase transitoria indicate dalla delega sul reclutamento.

Qui si legge che il concorso riservato ai docenti abilitati di seconda fascia dovrà iniziare entro Febbraio 2018. Di conseguenza le prove dovrebbero essere completate in tempo da permettere l’inizio del tirocinio nell’a.s. 2018-2019.

Il concorso riservato agli abilitati consiste in una sola prova orale, che tra l’altro non ha valore selettivo poiché non è previsto un punteggio minimo.

Il punteggio ottenuto al colloquio, infatti, si somma a quello assegnato in base ai titoli.

In base al punteggio totale ottenuto (il voto del colloquio pesa per il 40% rispetto ai titoli) l’insegnante viene collocato in una posizione della Graduatoria Regionale introdotta apposta per la fase transitoria.

La Graduatoria Regionale è utile perché permette al docente abilitato di essere selezionato per iniziare il tirocinio di un anno – corrispondente al terzo e ultimo anno del FIT – valido ai fini dell’accesso al ruolo.

La Graduatoria Regionale – riservata ai docenti abilitati entro maggio 2017 e con riserva agli abilitati con TFA sostegno III ciclo – sarà aperta una sola volta; questa infatti verrà soppressa una volta che tutti gli iscritti diventeranno insegnanti di ruolo. In altre parole, in questo modo, si vuole assicurare a tutti i docenti abilitati l’assunzione in ruolo.

Si aspetta la fine del mese di settembre per la pubblicazione del decreto contenente maggiori informazioni riguardanti le materie della prova orale nonché la valutazione dei titoli.

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

WhatsApp chat