Enter your keyword

CONCORSO  DOCENTI ORDINARIO: IL DECRETO IN GAZZETTA UFFICIALE

CONCORSO DOCENTI ORDINARIO: IL DECRETO IN GAZZETTA UFFICIALE

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto relativo al Concorso ordinario scuola secondaria.

I requisiti di ammissione per i posti comuni sono:

  • titolo di abilitazione alla specifica  classe  di  concorso  o analogo titolo conseguito all’estero  e  riconosciuto  in  Italia  ai sensi della normativa vigente;
  • titolo  di  accesso  alla  specifica   classe   di   concorso congiuntamente a titolo di abilitazione all’insegnamento per  diverso grado o classe di concorso o analogo titolo conseguito  all’estero  e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  • titolo di accesso alla specifica classe di concorso o  analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi  della normativa vigente congiuntamente al possesso dei 24  CFU/CFA  di  cui all’art. 1, comma 181, lettera b), numero 2.1 della legge.

Posti di sostegno: oltre ai requisiti precedenti i candidati devono essere in possesso del titolo di specializzazione alle attività di sostegno

Posti ITP: diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore e senza i 24 CFU, almeno fino all’anno scolastico 2024/2025.

PROVE

PROVA PRELIMINARE

Nel caso in cui l’amministrazione si avvalga della  facolta’  di cui all’art. 4, comma 6, ai fini dell’ammissione alle prove  scritte, i candidati devono superare una prova di preselezione computer-based, volta all’accertamento delle capacita’ logiche, di  comprensione  del testo,  di  conoscenza  della  normativa  scolastica,  nonche’  della conoscenza della lingua inglese  almeno  al  livello  B2  del  Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.  La  valutazione  della   prova   preselettiva   è   effettuata assegnando un punto a  ciascuna  risposta  esatta,  zero  punti  alle risposte non date o errate.  Alla prova scritta e sarà ammesso un numero di candidati pari a  tre volte il numero dei posti messi a concorso nella singola regione  per ciascuna procedura.

PROVE SCRITTE

 – prima prova scritta: volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe  di concorso stessa. La prova si svolgerà in 120 minuti. Punteggio massimo: 40.

– seconda prova scritta:  si articola in due quesiti  a  risposta aperta  volti,  il  primo,  all’accertamento   delle   conoscenze   e competenze antropo-psico-pedagogiche,  il  secondo,  all’accertamento delle conoscenze e competenze  didattico-metodologiche  in  relazione alle  discipline  oggetto  di  insegnamento  di  ciascuna  classe  di concorso. La durata della prova è   pari  a  sessanta  minuti. Per la valutazione della seconda prova scritta,  la  commissione ha a disposizione un  massimo  di  40  punti.

PROVA ORALE

La  prova   orale valuta  la  padronanza  delle  discipline, nonche’ la capacita’ di progettazione didattica efficace,  anche  con riferimento alle TIC, finalizzata al raggiungimento  degli  obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti. La prova orale  ha  una durata massima complessiva di 45 minuti,  e consiste  nella progettazione    di    una    attivita’    didattica,     comprensiva dell’illustrazione  delle  scelte   contenutistiche,   didattiche   e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC. Punteggio massimo: 40.

Il superamento di tutte le prove, anche con punteggio minimo, darà il titolo di abilitazione alla propria classe di concorso.

Dove si può partecipare?

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata esclusivamente in un’unica regione.

 

No Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Open chat
1
Ciao! Possiamo esserti di aiuto?
Ciao
Come possiamo aiutarti?